//
you're reading...
Notizie

La Rassegna di Microeditoria a Villa Mazzotti, presso Chiari


L’incontro annuale fra Piccoli Editori e pubblico curioso nella ridente cittadina di Chiari nelle terre di Lombardia ricorre anche quest’anno mai stanca di proporre ancora libri e cultura frutto del lavoro divulgativo di numerose case editrici di modeste dimensioni, per le quali rappresenta una data obbligata nel calendario degli incontri e delle esposizioni, particolaremente intensificate in questi mesi autunnali. Si parla di opere a limitata tiratura da parte di editrici fuori dai più mediatici canali diffusione caratteristici delle imponenti Mondadori e Feltrinelli, ma non per questo di minore importanza o pregio. Rassegna di Microeditoria che trova anche questa ottava volta sede prestigiosa nell’affascinante Villa Mazzotti, presso Chiari.

L’incontro nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, 12, 13 e 14 novembre 2010, aperto al pubblico vede impegnate editrici che spaziano fra le tematiche e i modelli più diversi, dalla filologia all’esegesi, dalla geografia alla storia, dalla prosa al teatro, alla poesia. Non mancano spazi dedicati alla letteratura per bambini, sempre cari a questo tradizionale raduno letterario e figure di spicco fra gli scrittori di oggi: Franca Grisoni (premio Bagutta e Viareggio), Michela Murgia (vincitrice premio Campiello 2010), Flavio Guarneri, solo per fare alcuni nomi.

Ospite e protagonista di questa manifestazione è però il libro, come oggetto e come veicolo di cultura e civilizzazione. Ardimentosa impresa, certo, è stata la messa in scena di tale rassegna in una stagione – per riprendere le parole del critico Pietro Gibellini, anch’esso intervenuto – in una stagione in cui la geografia letteraria pare stingersi e l’eredità mentale e stilistica di una civiltà territoriale sembra dissiparsi e immiserirsi in un localismo nostalgico. Ma anche una scommessa contro chi proclama l’eclisse della galassia Gutenberg o l’estizione del testo di qualità a favore del libro-all’istante, da usare e gettare seguendo il ritmo del pettegolezzo mediatico.

Quello stesso pettegolezzo capace con il suo rumore e la sua confusione di stordire il contemporaneo, sempre bersagliato da ogni parte da richieste di acquisto, sempre più sguaiate e invasive. Editori dallo sforzo e dalla costanza eroici, alle prese con conti che non tornano, con libri che purtroppo a fatica vengono letti, magari a fatica persino reperiti. Uno fra tutti ci teniamo a ricordare Davide Sardini di Bornato in Franciacorta, degno figlio dell’indimenticabile Fausto, entrambi valorosi cavalieri della nobile causa della produzione e della diffusione libraia. Il nostro elogio e il nostro augurio per il futuro va a loro e a quelle tante editrici, profondamente radicate sul territorio, estranee a imponenti e penetranti pubblicità o frequentati centri commerciali come strumenti di diffusione dei loro prodotti. Editrici che non potendo permettersi l’ingentissima produzione di case più orientate alla quantità, si prefissano come obbiettivo imperante la qualità come stile di lavoro e come vincolo imprescindibile nelle loro accurate e uniche edizioni che grazie all’impegno degli organizzatori hanno visto ancora aprirsi loro i saloni, gli atri e le stanze di Villa Mazzotti. Con l’auspicio imperituro che le persone trovino il coraggio di spengere quella scatola luminosa che tanto offusca le ore del giorno e della notte e trovino spazio e nuova voglia per ritirarsi anche in tempi come questi, in compagnia di se stessi e leggere, leggere ancora. Perché la storia della cultura è storia di libri, non di miserie quotidiane, e la sua lettura può inclinarci a recitare, col grande imitatore da Kempis: “In omnibus requiem quaesivi, et nusquam inveni nisi in angulo cum libro.

Informazioni su Eugenio

Parole e idee possono cambiare il mondo

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

In passato…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: