//
archives

memoria

Questo tag è associato a 8 articoli.

La ricerca umana di Dio – parte 1

Sovente l’uomo deve cercare la verità1, e con più vigore e slancio là dove essa pare smarrita, e le nebbie dogmatiche dell’insipienza sembrano avere il sopravvento sulla ragionevolezza. Proprio quando per storiche congiunture un criterio razionale potrebbe svanire. Ancora di più in questi tempi, dunque. Il bisogno di un criterio di verità è specchio di … Continua a leggere

Ode sul finire della giovinezza trascorsa a scuola, in vista di una maturità sofferta fuori

Tristi le mie parole ne la vita ch’è giunta in questi giorni ad una svolta, e ha aperto in me ormai l’età matura, la giovinezza ingenua ha infine tolta. La fine delle scuole superiori attesa ed invocata fra studenti vogliosi d’invecchiar velocemente, ad ingannare il tempo sempre intenti, nei lor pensier concorre a liberarli dal … Continua a leggere

Quid vera et falsa diiudicat?

Sovente l’uomo deve cercare la verità1, e con più vigore e slancio là dove essa sembra smarrita, e le nebbie dogmatiche dell’insipienza sembrano avere il sopravvento sulla ragionevolezza. Proprio quando per storiche congiunture un criterio razionale pare svanire. La classicità aurea ha rilevato per prima (forse anche per ultima) il nesso fra questa e le … Continua a leggere

Considerazioni II

Considerazioni II – La situazione diventa molto difficile quando diversi ricordi affiorano tutti insieme: in quel lasso di tempo sembra impossibile orientarsi. Ci si sente stanchi, strani, oppure tristi, o malinconici, anche disperati: addirittura, quando arriva il pianto, ci si trova inermi e devastati, senza

Ulysses – Alfred Tennyson

It little profits that an idle king, By this still hearth, among these barren crags, Match’d with an aged wife, I mete and dole Unequal laws unto a savage race, That hoard, and sleep, and feed, and know not me. Serve a poco che un re ozioso, In questo spento focolare, presso queste sterili rupi, … Continua a leggere

Noi, protagonisti di oggi con Auschwitz negli occhi

Dal giornale di Brescia, giovedì 27 gennaio Valigie con nomi e indirizzi di luoghi mai più visti, fotografie portate con sé tra gli oggetti più cari, protesi dentarie turpemente sottratte….Sono soprattutto i cosiddetti “effetti personali”, accostati alle divise a righe uguali per tutti, a rimanere negli occhi. Ma anche l’immagine del bellissimo bosco di betulle, … Continua a leggere

Ode sulla memoria, ovvero la capacità di ricordare le sciagure sofferte

D’ingenuità peccava forse un poco l’autor sì tanto semplice e sì umile del cantico di lode alle creature, vedendo nella morte a noi secunda la causa estrema della sofferenza e dell’eterno oblio per ogni spirto, che morto ormai senza speranza non vive fuor della pietà divina. Giustificata è in lui la convinzione che nulla sia … Continua a leggere

Noi siamo la nostra memoria

Cigola la carrucola del pozzo l’acqua sale alla luce e vi si fonde Trema un ricordo nel ricolmo secchio nel puro cerchio un’immagine ride -E.Montale, Ossi di Seppia 1924 Fermiamo il tempo e prestiamo attenzione all’immagine che ride nel puro cerchio perché, intuiamo, deve essere importante, ma non appena tentiamo di accostare il volto essa  … Continua a leggere

In passato…