//
archives

pensare

Questo tag è associato a 6 articoli.

Ode sul finire della giovinezza trascorsa a scuola, in vista di una maturità sofferta fuori

Tristi le mie parole ne la vita ch’è giunta in questi giorni ad una svolta, e ha aperto in me ormai l’età matura, la giovinezza ingenua ha infine tolta. La fine delle scuole superiori attesa ed invocata fra studenti vogliosi d’invecchiar velocemente, ad ingannare il tempo sempre intenti, nei lor pensier concorre a liberarli dal … Continua a leggere

La Cina ha paura del gelsomino

Da “Il Post” 11 maggio 2011 Il gelsomino è uno dei fiori più diffusi in Cina, usato spesso anche per profumare tè, cibi e marmellate e celebrato da una canzone popolare così famosa che alle Olimpiadi di Pechino del 2008 veniva intonata ogni volta che un atleta vinceva una medaglia. Ma da quando è diventato … Continua a leggere

A little death

E ogni volta è una piccola morte. Ogni volta che cadi. Ogni volta che desideri cadere, e non fermarti mai. Ogni volta che l’attrito della vita brucia la tua pelle, e cicatrizza le tue ferite. Ogni volta che pensi, e non vuoi pensare. Ogni volta che ti esprimi, e vuoi essere capito. Ogni volta che … Continua a leggere

Prendiamo una macchina, un’automobile

Prendiamo una macchina, un’automobile. Essa è potente, veloce; può percorrere grandi distanze senza fatica alcuna; può congiungere luoghi lontani. Ma ha un difetto: ha bisogno di un autista che la guidi. Prendiamo una fabbrica. Essa è grande; produce ingentissime quantità di beni di consumo, a grande velocità, con grande precisione, potenzialmente senza fermarsi mai. Ma … Continua a leggere

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Oggi, 19 luglio 2010, ricorre il diciottesimo anniversario dalla morte di Paolo Borsellino, assassinato il 19 luglio del 1992 a Palermo in un attentato di natura mafiosa. Un mese, tre settimane e cinque giorni prima, il 23 maggio, anche Giovanni Falcone e la moglie erano stati uccisi in un attentato della medesima provenienza: la strage … Continua a leggere

Parole e idee possono ancora cambiare il mondo

Ho ancora vivo nella memoria la risposta che ricevetti un giorno. Una persona (non vi dico chi: è ininflunte) cercava di giustificarsi nei miei confronti a proposito di un’ingiustizia accaduta in nostra presenza. Le sue estte parole furono: “Lo so che sarebbe bello vivere in un mondo dove regni la giustizia e tutti i torti … Continua a leggere

In passato…